AREA SERVIZI SCOLASTICI MILANO

Piano di emergenza interna

Print Friendly, PDF & Email

Il Piano di emergenza, da non confondere con il Piano di evacuazione che ne è una sua articolazione, deriva direttamente dal Documento di valutazione dei rischi e punta ad inquadrare in procedure precise tutte le situazioni di pericolo presenti nello specifico posto di lavoro. Nel presente Piano non vengono analizzate situazioni che possono essere gestite e risolte dagli operatori con interventi risolutivi.

Il Piano tende a perseguire i seguenti obiettivi:

  • individuare gli scenari che possono generare situazioni di emergenza
  • affrontare l’emergenza fin dal suo primo insorgere onde contenerne gli effetti e riportare il più rapidamente possibile la situazione in condizioni di normale esercizio
  • pianificare le azioni necessarie per proteggere le persone sia all’interno che all’esterno della sede, individuando le persone incaricate
  • limitare i danni all’ambiente ed alle proprietà; • coordinare i servizi di emergenza, i dipendenti ed il pubblico

Tali procedure devono essere conosciute da tutti i lavoratori presenti.

Il Piano fornisce inoltre le fondamentali informazioni riguardanti:
modalità di segnalazione dell’allarme

  • struttura e compiti del Coordinatore e del Sostituto Coordinatore dell’emergenza e della Squadra di Emergenza
  • procedure di comando e di coordinamento
  • l’ evacuazione del personale e del pubblico
  • modalità di allertamento e/o di chiamata dei soccorsi esterni in caso di necessità (VVFF, Soccorso Medico, CC, ecc.)

Come regola generale, ogni dipendente, collaboratore, visitatore, utente, tecnico esterno, volontario o personale a tempo determinato deve, in ogni momento:

  • avere ben presente l’ubicazione di un telefono interno utilizzabile per lanciare l’allarme
  • conoscere la struttura distributiva degli spazi dell’immobile in cui si opera
  • avere ben presenti almeno due vie di fuga dal luogo ove si trova
  • avere ben presente l’ubicazione del più vicino estintore
  • avere ben presente l’ubicazione della più vicina cassetta di pronto soccorso
  • conoscere i nominativi e la dislocazione del Coordinatore, del Sostituto Coordinatore e dei membri della Squadra di Emergenza